Benvenuti in Baby-flash, questo sito è dedicato a tutti i bambini e a coloro che li aiutano a crescere. Potete contattarmi per qualsiasi motivo tramite e-mail. Grazie a tutti e buona navigazione

Se non riesci a visualizzare gli esercizi interattivi del sito leggi attentamente i consigli ---> QUI

Il dono più grande

b9b9a515815b172b6ce917ca2d050dc2

 

Il dono più grande

dal web

In una classe, dopo le vacanze natalizie, il professore vuole saggiare il grado di conoscenza religiosa dei suoi alunni. Come è solito fare, pensa opportuno dare loro un tema da svolgere nel corso della settimana dopo la festa dell’Epifania: “I tre Re Magi hanno portato a Gesù tre doni: oro, incenso e mirra. Secondo voi, quale dei tre è il dono più prezioso? E perché?”.

Dopo una settimana i temi sono consegnati e le risposte, come si poteva supporre, sono le più varie e disparate. Chi dice che la mirra è il dono più prezioso perché sottolinea come la sofferenza e la morte in croce di Gesù siano il segno più grande del suo amore per ogni uomo. Chi invece sostiene che il dono dell’incenso mette molto bene in risalto la funzione sacerdotale di Gesù, quale ponte tra cielo e terra che ha unito Dio agli uomini e gli uomini a Dio. Altri studenti invece – la maggior parte – decisamente scelgono il dono dell’oro come segno di colui che, Re del cielo e della terra, è proprietario di tutte le ricchezze che sono state, sono e saranno.

Il professore, dopo essersi congratulato con gli alunni e per il tema svolto, e per la saggezza delle argomentazioni che hanno motivato le diverse scelte e le varie preferenze dei doni, non può però non constatare: “Devo rammaricarmi con lo studente ritenuto il più bravo, che ha consegnato il quaderno, senza scrivere una riga sul tema proposto. Perché?”.

Roberto, stranamente sereno e sicuro di sé, si aspettava il rimprovero o almeno una richiesta di giustificazione, e risponde semplicemente che, a suo giudizio, nessuno dei tre doni è importante. “Secondo me, signor professore, il dono più grande che i tre Re Magi hanno fatto a Gesù è stato il loro prostrarsi per adorarlo. Mi pare – continuò il saggio studente – che Gesù abbia gradito dai Magi più l’offerta che hanno fatto di se stessi, che non quanto essi avevano in mano”.

Hanno adorato Gesù. Adorare è annientarsi per amore. E’ proprio il dono più grande: donare la vita per gli altri. Hanno visto in Gesù un Dio che si annienta per amore dell’uomo. E l’uomo, per rispondere a un Dio che gli si dona, non poteva rispondere meglio che con la propria adorazione, che è il suo sì di ogni momento al prossimo, dono che Gesù ritiene fatto a sé.

L’ammalato gradisce la medicina che l’infermiere o il medico gli porge, ma preferisce il sorriso e l’amore con cui gli viene somministrata. La preziosità del dono non si misura da quello che si dà o da quanto si dà, ma dal cuore con cui lo si dà. Il sorriso che accompagna il dono, vale più del dono stesso.

 

Nulla è piccolo di ciò che è dato per amore. Il mio, il tuo dono, piccolo o grande, vale quando coinvolge noi stessi.

 

 Buona festa dell’Epifania!

Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

17 Commenti

Lascia un Comment
  1. Bellissima e saggia storia, cara Betty! Grazie di esistere, tvb❤️❤️❤️

    1. Grazie a te amica mia carissima, ringrazio ogni giorno per la tua amicizia che mi accompagna costante. TVB <3

  2. Mi piace il concetto che spesso non è tanto importante il valore intrinseco di ciò che si dona, è l’amore con cui si porge il dono che gli conferisce valore.
    Felice giornata un abbraccio
    enrico

    1. Caro Enrico, ho trovato i tuoi 3 commenti nella cartella dello SPAM, Non so perchè siano finiti li… mi dispiace… :-(
      I tuoi commenti sono sempre molto pertinenti e riflessivi, grazie di cuore!
      Un abbraccio e che sia una serena giornata nel cuore <3

  3. Come sempre le storie che proponi sono ricche di molti spunti di conversazione. Il tuo blog è un vero tutorial!!!
    Stanca questa mattina? Io sì e anche un po’ raffreddata :-)

    1. Grazie per le tue parole cara Anna, mi fanno immenso piacere!
      Eh sì… direi che la stanchezza questa mattina si sentiva, la notte è stata lunga e faticosa, ma sono contenta e soddisfatta :-)
      null

      1. Befana grazie per la gomma da masticare anche le monete che si mangiano il carbone buono e delle caramelle

      2. Befana grazie per un sacchetto pieno di caramelle.

        1. Prego!!!
          Ma ti chiami Rocco Alex o Kaothar?? ;-)

  4. Un dono si compra, l’amore si conquista, cara Betty.

    Buona Epifania con un abbraccio.

    1. Giustissimo cara Gianna.
      Ricambio l’abbraccio augurandoti una serena festa!

  5. Mi piace molto l’immagine dei re Magi

    1. Quella dell’header o del post?

  6. Splendido! Hai spiegato in modo piacevole e bello un concetto meraviglioso che, purtroppo, ai nostri tempi fatti di apparenza e consumi smodati, non è facile far comprendere.
    Ti abbraccio.

    1. Hai detto bene… troppa apparenza a questo mondo…
      Grazie del tuo passaggio Mr. Loto, ti abbraccio augurandoti una lieta giornata :-)

  7. Stavo per perdermi questa chicca sulla saggezza di certi adolescenti e sarebbe stato un peccato.
    Buon Lavoro, gentile amica, e complimenti per il tuo interessantissimo blog ^__*

    1. Ti ringrazio Antonio, per la visita e le parole di apprezzamento :-)
      Un caro saluto e buon lavoro anche a te

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Cerca

Grazie per il tuo voto!


grazie-della-visita


--- Grafica by Betty Liotti --- Sito on line dal 28-4-2007 --- Copyright © (2007-2017). Tutti i diritti riservati --- ---Policy Privacy-----------DISCLAIMER---
Frontier Theme
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.