La vera preghiera

preghiera

La vera preghiera

La vera preghiera non consiste nel recitare a memoria, e spesso con la mente distratta… formule, o testi imparati a memoria…
La vera preghiera sono i nostri comportamenti, il nostro vivere quotidiano, il saper scegliere fra il bene e il male.
La vera preghiera è nel pianto di chi in silenzio accetta il dolore; è nei grandi occhi umidi di bambini affamati…
La vera preghiera è nella carità… in ciascun uomo capace di donarsi senza nulla ricevere.
La vera preghiera è riuscire a costruire un castello con i sassi trovati sul proprio faticoso sentiero di vita.
La vera preghiera è la consapevolezza di un cammino verso il bene, e… il voler bene!
La vera preghiera si fa con il cuore aperto, pensando a ciò che si dice; deve uscir fuori dall’anima per riuscire a toccare il cuore di Dio; e non è la quantità di tempo a qualificare la preghiera, ma l’intensità d’amore di cui ne è pregno il proprio cuore.
La vera preghiera non è solo supplica, ma anche e soprattutto ringraziamento… riconoscenza… perdono… braccia che sostengono…
La vera preghiera è la gioia d’esser vivo, e chi imparerà a pregare imparerà a vivere!

Quando fate un bel gesto, non siete pervasi da un’incredibile euforia… da una grande gioia nel cuore? E’ questa la preghiera… riuscire a creare gioia!
Quando riuscite a superare un momento difficile con impegno, costanza, sacrificio o dolore, non vi sentite soddisfatti e orgogliosi di voi stessi?
Ebbene… questo è pregare!

Buon fine settimana a tutti voi! :-)